Poesia e televisione

di Nello Cicuti

“E tu chi se’?”, dice ‘n vecchio camino
ta ‘antenna che jonno miss’ a fianco.
“Io so’ ‘l progresso e tu ‘n saprè manco
quanto fo divertì grand e cinino.

So’ la modernità, ‘l divertimento,
porto notizie e la gent ascolta.
Adesso nunn’ è più come ‘na volta
che sentivono sol a fischià’ ‘l vento.”

‘L camino j’arispose: “Car’ antenna
Tu parli ma ‘n ascolti ta la gente,
parli soltanto e nunn senti gnente;
stè lì ‘mpalata e ‘l vento te tentenna.

Io nvece ntol silenzio della sera
sento che vengon su dal focolare
parol’ a volte dolci a volt’ amare
secondo de com’è l’atmosfera.

A volte sento bene che ‘l più vecchio
arconta belle fiabe ai nipotini
e qualche volta du’ fidanzatini
se dicon te amo ta l’orecchio.

Allora tu nun sé’ na meravija,
ma sé’ ‘n pezzo de ferro senza core.
Io ‘nvece mandando ‘l mi’ calore
tengo vicina tutta la famija.”

Opera vincitrice del “Concorso di poesia Mariano Migliorati”, edizione 2009,
organizzato dalla Caritas di Umbertide.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?