Dal Giappone messaggi inquietanti

Dal Web apprendo gli inquietanti sviluppi del grande sisma del Giappone seguito dallo tsunami. Accanto agli sconvolgenti scenari di distruzione e morte, comunque limitati dalla avvedutezza nipponica, angosciante appare l’attesa sulle conseguenze del surriscaldamento e dell’esplosione nella centrale nucleare di Fukushima. Dalla struttura esplosa si leva una nube di fumo sulla cui pericolosità non è per il momento possibile argomentare, salvo prendere atto che il governo ha inviato nel posto centinaia di pullman per evacuare decine di migliaia di persone oltre i 20 km dalla centrale. Indipendentemente da quanto eroici tecnici votati ad una morte tremenda riusciranno a limitare i danni, appare nella sua lapalissiana evidenza l’errore di coltivare ancora la politica delle centrali nucleari in Italia.
Altrettanto rilevante il fatto che il sisma abbia fatto crollare una diga causando la sommersione di una città. Come non pensare alla Diga di Montedoglio che incombe sull’Alto Tevere sopra note faglie sismiche. Proprio da queste pagine ho recentemente denunciato la follia nuclearista nazionale e il locale pericolo Montedoglio.

M.B.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici nostri e di terze parti. Cliccando o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie
Cosa sono i cookies ?